18/07/2014, 17:29

nerd, come diventare nerd, cosa significa il termine nerd



Come-diventare-un-vero-Nerd-(Parte1)


 Conosci la differenza tra “nerd”, “geek” e “imbranato”. Se c’è qualcuno consapevole delle sottili distinzioni tra i tre vocaboli, quello sarebbe un nerd. Sapere qual è la differenza è importante, dal



Bill Gates ha detto: “Siate gentili nei confronti dei nerd. Ci sono buone probabilità che un giorno finirete con il lavorare per uno di loro”. In un certo senso, ha ragione: sono i “secchioni” a far girare il mondo, anche se quasi mai lo governano. Un nerd può essere talmente affascinato dalla meccanica quantica da estraniarsi da ciò che lo circonda. Un nerd può essere una persona che non ha idea di come invitare ad uscire una ragazza perché è l’ingegneria l’unica cosa che sia stata in grado di assorbirlo per tutta la sua vita. Esistono diversi tipi di “secchioni”. Ecco come diventare uno di loro e sentirti come un personaggio di “The Big Bang Theory”! 

Conosci la differenza tra “nerd”, “geek” e “imbranato”. Se c’è qualcuno consapevole delle sottili distinzioni tra i tre vocaboli, quello sarebbe un nerd. Sapere qual è la differenza è importante, dal momento che i tre aggettivi potrebbero sovrapporsi:
  • Un nerd è una persona estremamente intelligente dalla singolare passione per un obiettivo accademico. È piuttosto asociale e si sente più che altro assorbito dai suoi interessi intellettuali.
  • Un geek è in individuo sempre interessato ad un’attività di nicchia, ma non è detto che sia incline all’impegno accademico o inetto dal punto di vista sociale.
  • Un imbranato è leggermente più sciocco e socialmente inetto ma spesso non interessato ad alcuna materia né alla ricerca intellettuale. 

Sii singolare. In altre parole, il tuo modo di agire dovrebbe essere unico. I nerd sono rinomati per le loro eccentricità, dunque vivi la vita come vuoi. Se hai bisogno di ispirazione, leggi libri sui nerd storici:
  • Thomas Edison, per esempio, trascorreva 18 ore al giorno armeggiando strumenti rudimentali di elettronica, quando questa materia era ancora relativamente oscura. Lo scienziato ha inventato la lampadina, il fonografo, la batteria alcalina e il treno elettrico ed ha ottenuto migliaia di altri brevetti, quando all’epoca tutto questo era avvolto dal mistero. Edison era la quintessenza del nerd.
  • Alan Turing fu un altro nerd famoso, mezzo eroe, mezzo capro espiatorio. A lui si dà il credito di aver crackato i codici Enigma dei nazisti alla fine della Seconda Guerra Mondiale e di aver giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo dei computer. Nonostante le sue scoperte, venne perseguitato dal governo inglese per la sua omosessualità e forzato a sottoporsi alle iniezioni di estrogeno per “neutralizzare la sua libido”. Si suicidò non molto tempo dopo il processo. 

Trova una materia, o più di una, nella quale immergerti. Non deve essere scientifica, anche se ci sono tantissimi nerd attratti dalla scienza, dalla tecnologia, dall’ingegneria e dalla matematica. Ne sono un esempio i protagonisti di “The Big Bang Theroy”: Sheldon è un fisico teorico, Leonard un fisico sperimentale, Raj un astrofisico e Howard un ingegnere. Impara tutto quello che puoi riguardo agli argomenti di tuo interesse e prenditi cura delle conoscenze che ti torneranno effettivamente utili un giorno.

Fai domande, costantemente. I nerd hanno l’abilità e l’abitudine di andare oltre la superficie, di capire la logica delle cose. Per essere un nerd, dovresti avere un interesse insaziabile per la conoscenza. Dunque metti in dubbio la qualità, la fonte e l’utilità delle informazioni che ricevi.
  • Non fidarti ciecamente di quello che ti dicano le figure autoritarie. I nerd sanno che a volte queste persone autorevoli possono sbagliarsi o dare informazioni erronee o falsificate solo per il potere rivestito. La differenza tra un nerd ed una persona “comune” è che il primo farà ricerche su ogni cosa e si procurerà tutte le statistiche possibili ed immaginabili, mentre la seconda darà tutto per scontato.
  • Arriva fino alle radici delle cose. Un nerd comprende tutto in profondità e non fa affidamento solo sulle informazioni memorizzate, bensì sulla comprensione dei concetti. Un nerd si chiede perché il cielo sia azzurro e cerca la risposta: le molecole nell’aria disperdono dal sole più luce azzurra che rossa. E perché le molecole fanno questo? E così via.

Per i nerd, i dettagli sono preferibili alle generalizzazioni perché è solo perforando la superficie che si arriva a studiare la realtà.
  • Non c’è da meravigliarsi, dunque, se i nerd tendono a gravitare intorno alle materie scientifiche, che presentano sistemi osservabili nella natura, mentre le discipline umanistiche sono prive della componente oggettiva. 

Non è tutto bianco o nero: i nerd non temono di addentrarsi nelle aree grigie, perché sono bravi ad esaminare i pro e i contro, a paragonare i contrasti, le tesi e le confutazioni. Scelgono i fatti quantificabili sulle proprie opinioni. A volte questo li fa sembrare inconcludenti, in perenne lotta con se stessi. In realtà, stanno raccogliendo informazioni per raggiungere una conclusione che vada ben oltre le ipotesi personali, che sia dimostrabile.
  • Ci sono diverse teorie scientifiche e filosofiche alle quali fanno riferimento i nerd che si aggirano nella cosiddetta area grigia:
  • Il cambiamento dei paradigmi di Thomas Kuhn. I periodi di “scienza normale” vengono interrotti dai periodi di “scienza rivoluzionaria”, che corrisponde al mutamento dei paradigmi, che vengono incessantemente discussi ed esposti (definiti, diagrammati, dimostrati attraverso grafici e mappe, estrapolati, capaci di formare un nuovo amalgama, una nuova realtà).
  • L’incompletezza di Kurt Gödel. È impossibile stabilire l’uniformità e la completezza all’interno dei sistemi logici formali. In altre parole, tutte le formule assiomatiche della teoria dei numeri includono proposizioni/supposizioni indecidibili (elementi fondamentali di matematica comprendenti il punto indefinito, la retta, il piano e la spazio, basi assolute che definiscono i campi della disciplina).


1
Create a website